La bacheca dell'Autoscuola San Marco e le News

Resta sempre aggiornato alla nostra bacheca informativa

Divieto di fumo in auto, si rischiano multe fino a 500 euro. E in futuro pure la sospensione della patente  (fonte Il fatto quotidiano)

Il conducente e gli eventuali passeggeri non possono fumare se a bordo c'è una donna incinta o un minorenne. Le sanzioni vanno da 25 a 250 euro, ma raddoppiano se nell'abitacolo è presente una donna in evidente stato di gravidanza o un minore di anni 12. Esiste poi un disegno di legge che, se approvato, equiparerebbe il fumo all'uso di telefoni cellulari alla guida: sanzioni più alte e sospensione della patente fino a tre mesi

Uso del cellulare alla guida: fino a 6 mesi di sospensione della patente   (fonte Repubblica Motori)
Cambio, radicale, di rotta: in arrivo il pugno di ferro contro chi usa il cellulare alla guida:

le polemiche suscitate dalla "linea morbida" e dalla clamorosa (e diciamolo pure, vergo-

gnosa) mancata risposta all'appello della Polizia Stradale ha dato i suoi frutti.

E' in arrivo la sospensione della patente già alla prima infrazione e raddoppio delle multe.

Significa che chi viene "beccato" la prima volta mentre usa il cellulare alla guida incappa

in una sanzione che va da 322 a 1294 euro e per chi viene preso la seconda volta

da 644 a 2588 euro.

La sospensione per la patente poi diventa immediata: da 1 a 3 mesi per chi viene multato la prima volta e in caso di recidiva si arriva da 2 a 6 mesi. Più la decurtazione di 5 punti la prima volta, che diventano poi 10.

La commissione trasporti della camera dei deputati ha infatti inserito un ementamento alle modifiche dell'articolo 173 del Codice della Strada che rende di nuovo (prima questa modifica c'era ma era stata stralciata) più dura la pena per chi guida mentre usa il cellulare.

Bollo auto non pagato: scatta il recupero dei soldi dal conto corrente  (fonte Virgilio Motori)
Dal prossimo 1° luglio 2017 il Fisco potrà mettere le mani direttamente sui nostri conti correnti in caso di multe o bollo auto non pagati.

I FATTI – L’ultima legge di bilancio approvata dal Governo ha infatti sancito l’eliminazione di Equitalia. Con la soppressione di Equitalia, lo stesso ruolo verrà svolto però da un nuovo soggetto pubblico, l’Agenzia delle Entrate Riscossione, che diventerà presto lo spauracchio di automobilisti e cittadini poco attenti alle scadenze del fisco: la nuova agenzia avrà poteri maggiori nella lotta all’evasione e nella ricerca dei beni da pignorare.

COSA SUCCEDE SE NON SI PAGA – La procedura che porta al recupero della somma dovuta dal conto corrente inizierà con gli avvisi e i solleciti di pagamento. Da questo momento il contribuente avrà 60 giorni per mettersi in regola, pagando tutto subito, dilazionando la cifra o presentando ricorso.

Una volta trascorsi 60 giorni, in mancanza del pagamento, i funzionari dell’Agenzia potranno innescare il meccanismo per ottenere la somma e arrivare al pignoramento del conto corrente.

Alcoltest, i vincoli al prelievo di sangue al pronto soccorso senza consenso  (fonte News24)
La Corte di cassazione ha stabilito che le analisi del sangue effettuate al pronto soccorso al solo scopo di accertare il reato di guida in stato di ebbrezza richiedono il consenso dell'interessato (sentenza 21885/2017)

COME COMPORTARSI NEI PRESSI DELLA ROTATORIA?

Quando si deve impegnare una rotatoria bisogna:
- scegliere il percorso seguendo la segnaletica orizzontale delle corsie e occupare la corsia prescelta;
- rallentare e se è il caso fermarsi;
- verificare la presenza di veicoli che già impegnano la rotatoria e fornire loro la precedenza. Attenzione! Trattandosi di circolazione rotatoria regolamentata in senso antiorario, I veicoli che si trovano già dentro la rotatoria provengono solo dalla sinistra.
- azionare l'indicatore luminoso di direzione destro ( se il veicolo ne è dotato), oppure la mano destra del conducente, per presegnalare con anticipo la propria intenzione di uscire dalla rotatoria ed imboccare una delle strade che vi convergono. Nelle rotonde a due corsie vanno segnalati anche eventuali cambiamenti di corsia in entrata e in uscita dalle rotonde.
- In fase di ingresso, inoltre, quando le corsie lo consentono, è possibile circolare per file parallele.
- fare attenzione ai pedoni in fase di attraversamento sulle strisce pedonali accordando loro la precedenza
- proseguire la circolazione in senso rotatorio, se non è stato possibile effettuare per tempo il cambio di corsia o l'uscita dalla rotonda.
- nel lasciare la rotonda fare attenzione a non tagliare la strada ai veicoli più lenti, per esempio le biciclette
Si ricorda, inoltre, che nelle rotatorie è vietato fermarsi.

Come affrontare una Rotatoria

Tale domanda potrebbe sembrare banale se non fosse per alcuni diffusissimi comportamenti scorretti tenuti dagli automobilisti ( come il parlare al cellulare, non usare gli indicatori di direzione ecc) che hanno reso anche questa semplice operazione, spesso, molto pericolosa. Non di rado, infatti, si può assistere a tagli di corsia, a rotonde affrontate quasi sui cordoli a velocità eccessive oppure ad immissioni "furbe" senza dare la dovuta precedenza.
 

COM' E' FATTA ?
Esistono vari tipi di rotatorie:
Minirotatoria: ha un diametro esterno inferiore ai 24 m. e presenta un'isola centrale semi-sormontabile o totalmente sormontabile per permettere anche ai mezzi di notevole lunghezza (autobus, camion) di effettuare le svolte senza particolari problemi.
Rotatoria Piccola: a una o a due corsie, ha un diametro esterno da 24 a 32 m. E' il tipo più utilizzato perché nonostante le dimensioni ridotte permette anche ai veicoli con rimorchi un'inversione dì marcia.
Rotatoria Grande: ha un diametro esterno di oltre 32 m e una grande isola centrale.

 

  • Facebook Social Icon

© copyright Autoscuola S. Marco S.n.c.

Autovetture autoscuola